Chirurgia e implantologia

CHIRURGIA E IMPLANTOLOGIA

CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA DELL’OSSO

Alcuni pazienti non possiedono la corretta quantità d’osso indispensabile per posizionare gli impianti dentali e garantirne la stabilità di lungo periodo. In questi casi si effettuano operazioni d ricostruzione ossea con la quale si aumenta l’altezza il volume e la densità dell’osso mascellare del paziente prima del posizionamento dell’ impianto e preparare un sito implantare solido e stabile.
Nel mio studio eseguo diverse tipologie di ricostruzione ossea che elenco di seguito:

IL GRANDE RIALZO DI SENO MASCELLARE O SINUS LIFT

Il grande rialzo di seno mascellare,chiamato anche Sinus Lift, è una tecnica chirurgica utilizzata per aumentare l’altezza ossea nei settori dei molari e premolari superiori.
Sfruttando la cavità del seno mascellare si inserisce osso autologo cioè del paziente, miscelato con fattori di crescita ( CGFP o PRP).
Questi fattori di crescita si estraggono dal plasma del paziente tramite un prelievo venoso posizionato in una centrifuga con apposite provette che effettuo prima dell’intervento. L’inserimento degli impianti dentali può essere effettuato dopo circa 6 mesi dall’operazione di rialzo di seno, o in contemporanea quando si riesce a stabilizzare gli impianti.

IL PICCOLO RIALZO DEL SENO MASCELLARE

L’aumento del seno mascellare e paramascellare e’ possibile anche con modalità diverse.
Si chiama “ tecnica di summer per via crestale”, consiste cioè nel creare un piccolo foro nell’osso corticale alla base del seno mascellare.
Tramite questo foro si spinge all’interno osso autologo o materiale alloplastico alzando la membrana di snhaider, con varie modalità. Si produce così la quantita di tessuto osseo necessaria per inserire gli impianti.

LA RICOSTRUZIONE DI CRESTA OSSEA CON OSSO AUTOLOGO

La ricostruzione della cresta ossea è una tecnica chirurgica per inspessire l’osso quando l’osso residuo naturale del paziente è tanto assottigliato da non permettere il posizionamento degli impianti. Si effettua con l’inserimento di blocchi di Osso Autologo, quindi proprio del paziente,
L’osso viene appoggiato con dei tasselli nella zona assottigliata dove si osteointegra nel
LA RIGENERAZIONE OSSEA è necessaria quando l’altezza della cresta ossea alveolare è insufficiente per posizionare gli impianti,o quando a seguito di interventi, ad esempio dopo un’estrazione è necessario riempire il vuoto che si è creato.
L’IIMPLANTOLOGIA si occupa della sostituzione dei denti mancanti attraverso l’uso dei così detti “impianti osteointegrati”.
Possono essere utilizzati per sostituire un singolo dente o come pilastri per ponti fissi o circolari (costruzione di tutti i denti delle arcate superiore o inferiore).
Con l’avvento degli impianti nel mio studio sono state rimosse le protesi mobili
che creavano ai miei pazienti difficoltà nella masticazione e principalmente abbassavano la loro sicurezza e autostima.
Gli impianti sono delle viti in titanio che vengono inserite nell’ osso della mandibola o della mascella e svolgono la funzione di radice dentale. Permettono di sostituire denti mancanti evitando di coinvolgere denti sani adiacenti.
Attraverso un processo di “osteointegrazione”, il tessuto osseo si lega intimamente , cioè si calcifica all’impianto.
Questo periodo varia da due a sei mesi.
Niente paura !!! Nessuno esce dal mio studio senza i denti!
Oggi esistono tecniche di carico immediato, ossia senza attesa. Significa che dopo aver posizionato gli impianti si avvitano direttamente i denti, logicamente provvisori.
Si inseriscono tramite un piccolo intervento chirurgico . In anestesia locale si incide la gengiva per esporre l’osso nel quale viene eseguito un foro per posizionare ed avvitare l’impianto. Dopo l’inserimento si sutura la gengiva e si attende il tempo necessario affinché l’impianto si osteointegri.Questa è la prassi normale.
Oggi utilizzo nuove tecniche digitali all’avanguardia per posizionare gli impianti: E’ la tecnica della ’implantologia computer guidata’ che consiste nel posizionare gli impianti nell’osso con l’ausilio di una mascherina chirurgica preparata tramite la tac cone beam poggiata sulla gengiva, e preparare il foro per inserire l’impianto senza usare il bisturi o incidere la mucosa gengivale

IN MOLTI SI CHIEDONO SE HANNO L’OSSO SUFFICIENTEMENTE VALIDO PER POTER POSIZIONARE GLI IMPIANTI.

Sofisticate tecnologie presenti nel mio studio mi aiutano a verificare la densità dell’osso prima dell’intervento se l’osso risulta insufficiente o molto debole e lasso, intervengo facendo innesto osseo che spiego con precisione nel tema : CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA DELL’OSSO.

STUDIO DENTISTICO DAMIANO SCULCO

Contattaci

I Tuoi Dati Personali

Note & Informazioni

Ho letto e accetto il trattamento dati
Leggi informativa

STUDIO DENTISTICO DAMIANO SCULCO

Contattaci

I Tuoi Dati Personali

Note & Informazioni

Ho letto e accetto il trattamento dati
Leggi informativa

Miglior Tariffa Garantita